FIAT 500 L

Stampa
Condividi
Prezzo 7.300 €
Condizioni usato
Immatricolazione 01/1970
Chilometraggio 116.000
Alimentazione Benzina
Cilindrata 499 Cm³
Potenza 13 KW / 18 CV
Tipo di cambio Manuale
Colore esterno Blu pastello
Colore interni Pelle Marrone
Scopri l'offerta
per averla subito tua!


Invia la tua richiesta

Accessori

Elenco accessori non specificato
Classe emissioniEuro 0
Trazioneanteriore

Descrizione

GS Cars vi propone una Fiat 500 L del 1970


"Chic in Blue - un abbinamento stupendo, blu con interni nocciola, per divertirvi e farvi notare in 297 cm di eleganza!

Auto con soli due proprietari totali, l'ultima dei quali l'ha posseduta dall'anno 1980 ad oggi. Restaurata di carrozzeria pochi anni fa e ripristinata di interni e meccanica da noi, si presenta in ottime condizioni! Come unico difetto segnaliamo  il musetto con logo della 500 R invece che della L, modifica avvenuta durante il restauro.

Targhe nere PV di prima immatricolazione, l'auto è corredata inoltre del suo libretto a pagine.

Revisione ministeriale con scadenza nel 2024, viene consegnata tagliandata e pronta da assicurare, accendere ed utilizzare!

iscriti al nostro canale Youtube GS CLASSICS per visionare video di questa e di altre auto storiche in vendita https://www.youtube.com/channel/UCNCvfnBRdgeOqU6AxEa9rKA

Valutiamo la permuta della tua auto d'epoca

Ci trovi all'uscita di Vicolungo proprio di fianco ai "Vicolungo Style Outlets"

CONTATTACI PER ULTERIORI INFORMAZIONI


GS CLASSICS

VICOLUNGO (NO)
(0039) 324 83 52 108
(0039) 348 38 27 002
(0039) 0321 87 59 54
Via IV Novembre 130

www.gsclassics.com

foto scattate  a San nazzaro Sesia presso il Santuario della Madonna della Fontana edificato a partire dalla fine del 1500 sopra una sorgente. La fonte, probabile luogo di culto già in età pre-cristiana, sgorga nei pressi dell'altare e fuoriesce da una apertura praticata nel muro della chiesa.
 
L’altare in marmo è del 1782, con un paliotto decorato con il monogramma mariano e le cornucopie dell’abbondanza. Sul retro dell’altare vi è l’accesso alla fonte, chiuso da una cancellata in ferro battuto. La decorazione della chiesa venne effettuata nel 1767 da Lorenzo Peracino e dal figlio Giovanni Battista che dipinsero sul catino centrale l’Assunta e l’Immacolata. Successivamente, nel 1817, Giovanni Avondo dipinse gli episodi di maggior rilievo della vita della Vergine Maria ed un affresco chiaro e vivace che descrive l’origine miracolosa di questo luogo di fede. Narra infatti la leggenda che un venditore di immagini, gran bestemmiatore, un giorno si addormento sotto un albero dopo essersi abbeverato alla fonte. Svegliatosi, nel raccogliere le sue immagini, si accorse che non vi era più un’immagine della Vergine; alzati gli occhi, la vide in cima all’albero. Cercò di salire per recuperarla, ma più saliva, più l’immagine si allontanava. Desistette e l’immagine sacra rimase sull’albero, dove venne recuperata dal Vescovo di Vercelli. Da qui nacque la venerazione per l’immagine e sul luogo sorse il Santuario.

Vuoi saperne di più? Scrivici!
I campi contrassegnati con * sono obbligatori.
Servizio clienti


Compila il modulo per ricevere una valutazione gratuita.
I campi contrassegnati con * sono obbligatori.
Servizio clienti

Veicolo da valutare

È possibile caricare file di tipo JPG o JPEG con una dimensione massima di 5MB.



Vuoi richiedere un Test Drive? Scrivici!
I campi contrassegnati con * sono obbligatori.
Servizio clienti


Invia a un amico